Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria



DISCORSO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI
Solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria
Giovedì, 8 dicembre 2011

Cari fratelli e sorelle!
La grande festa di Maria Immacolata ci invita ogni anno a ritrovarci qui, in una delle piazze più belle di Roma, per rendere omaggio a Lei, alla Madre di Cristo e Madre nostra. Con affetto saluto tutti voi qui presenti, come pure quanti sono uniti a noi mediante la radio e la televisione. E vi ringrazio per la vostra corale partecipazione a questo mio atto di preghiera.

Preparai o caminho do Senhor, aplanai as suas veredas

Amados irmãos:
A liturgia deste dia nos convida a ajustar os nossos caminhos para a chegada do Senhor. Somos todos convidados à conversão, a uma vida de entrega total ao Senhor. Os caminhos precisam ser endireitados e toda pedra ou espinho deve ser removido. O profeta Isaias, na primeira leitura, nos diz, "Abri no deserto um caminho para o Senhor, traçai reta na estepe uma pista para nosso Deus. Que todo vale seja aterrado, que toda montanha e colina sejam abaixadas" (Is. 40, 3-4). O caminho que deve ser aberto é no deserto do nosso coração. Devemos remover tudo aquilo que nos distancia de Deus, os vales do pecado e da injustiça, a montanha do ódio e a colina do orgulho. Ao fim da leitura o profeta narra um pouco como será após a chegada do Senhor.

L’Avvento celebra il “già” e il “non ancora” della salvezza

clicc sull'immagine per vederne di più
Origine del iempo dell’Avvento

Il termine latino adventus (traduzione del greco parousia o anche epi- phàneia), nel linguaggio cultuale pagano significava la venuta annuale della divinità nel suo tempio per visitare i suoi fedeli. Il Cronografo romano del 354 usa la formula Adventus Divi per designare il giorno anniversario dell’ascesa al trono di Costantino. Negli autori cristiani dei secoli III- IV, adventus è, tra l’altro, uno dei termini classici per indicare la venuta del Figlio di Dio in mezzo agli uomini, la sua manifestazione nel tempio della sua carne.

“O que vos digo, digo a todos: vigiai!”

Queridos irmãos:
Iniciamos neste domingo o tempo do advento. Tempo de confiança e de espera pelo o Messias que virá. Com toda a Igreja de Cristo exclamamos a uma só voz maranata (vem Senhor Jesus!). Assim como o povo de Israel, nós também confiamos e esperamos nas promessas de Deus, isto é, a chegada do Nosso Salvador. Os judeus esperavam pela primeira vinda do Cristo. Nós sabemos que Ele veio já ao mundo, morreu por nossos pecados, ressuscitou e subiu aos Céus, entretanto, estamos certos de que Ele virá outra vez cheio de gloria e esplendor no fim dos tempos. Por meio da liturgia revivemos aquele momento tão singular onde o Filho de Deus por amor se faz carne, assumiu a humanidade e veio habitar em nosso meio, "que é o homem, para que te lembres dele? e o filho do homem, para que o visites?" (Sl. 8, 4).


 FOTOGALLERIA

Celebración del XX Aniversario del PCIMME


En los días 19, 20 y 21 de noviembre la comunidad del Pontificio Colegio Internacional Maria Mater Ecclesiae de Roma conmemoró los 20 años de fundación de dicha institución.

Momento culmen de los festejos fue la solemne concelebración eucarística en el altar de la cátedra de la Basílica de San Pedro en la que concelebraron junto con los alrededor de 50 sacerdotes ex alumnos del colegio, de los cuales 15 vinieron a Roma, desde sus países, sólo para esta conmemoración.

Omelia del Card. G. Coppa nella Messa del XX Anniversario


Carissimi Superiori, Alunni ed ex-Alunni del Pontificio Collegio Intemazionale Maria Mater Ecclesiae!

Sono lieto di concelebrare con Voi questa Santa Messa di ringraziamento, oggi, Solennità di Cristo Re, all’altare della Cattedra della Basilica Vaticana: ringraziamento per il ventennio di fondazione del Seminario, voluto dal Beato Papa Giovanni Paolo II col preciso scopo di formare qui a Roma sacerdoti di tutte le diocesi del mondo; e ringraziamento per gli ex-alunni delPIstituto, che sono ben 670 sacerdoti.

Solenidade de Cristo Rei do Universo

Caríssimos irmãos
 
Neste domingo a Igreja celebra com alegria a solenidade de Cristo Rei do universo. Cristo é o Rei dos reis, seu reino é fundado na verdade e brota do coração de Deus. Nele todos que são batizados tornam-se "herdeiros do Reino". Para os judeus o rei era um homem escolhido por Deus para está à frente do seu povo, por este motivo este era chamado de "ungido do Senhor". Os reis eram ungidos com óleo e essa unção indicava a unção do espírito, isto é, a eleição e consagração. Em hebraico o ungido era chamado de Messias, que em grego se diz Cristo (Χριστός).
 
Jesus é o Messias, o ungido do Senhor que vem reinar sobre todos os povos da terra. Mas o seu reino não é um reino político como pensava os judeus de sua época. O Reino de Jesus é o Reino da Verdade, "Meu reino não é deste mundo, se o meu reino fosse deste mundo, pelejariam os meus servos, para que eu não fosse entregue aos judeus; entretanto o meu reino não é daqui" (Jo. 18, 35)

Nostra Signora Madre della Divina Providenza (festa di Puerto Rico)

Al ser nombrado obispo de Puerto Rico el catalán
Gil Esteve y Tomás, trajo consigo a Puerto Rico esta devoción que conociera en sus años de seminarista. Ya establecido en su diocesis mandó a tallar en Barcelona, España una imagen de la virgen de vestir, luego a la que conocemos hoy dia. El Santo Padre Pablo VI declaró a Nuestra Señora de la Divina Providencia, como patrona principal de la isla de Puerto Rico en una fecha que entonces seria doblemente conmemorativa, pues el 19 de noviembre es tambien el dia en que fue descubierta la Isla de Puerto Rico en el 1493. Durante la celebracion del Consejo Episcopal Latinoamerica celebrado en Puerto Rico en el 1976 la antigua imagen iba a ser oficialmente coronada y la vispera antes fue quemada. No obstante esto no logró aplacar la fe del pueblo que todavia confia y se acoge a su providencia.

Vigiai pois, porque não sabeis nem o dia nem a hora

XXXII - Domingo do T. Comum
(Mt. 25, 13)

Na primeira leitura deste domingo o rei Salomão nos fala que "a sabedoria é facilmente contemplada por aqueles que a amam" (Sb. 6, 12). De fato, o rei era consciente que a sabedoria de que falava era a Sabedoria Divina, isto é a sabedoria de Deus ou se preferir o próprio Deus. Encontramos no livro dos Provérbios que, a sabedoria é eterna, podemos compará-la ao Filho de Deus (o Messias) que também é eterno, não tem um momento inicial "Desde a eternidade fui estabelecida" (Pr 8,23). Cristo é o Logos, o Verbo, a Sabedoria de Deus. A Sabedoria-Palavra desce, do alto, para o meio de Israel. No meio do silêncio do cosmo, Deus faz ouvir a sua voz, seu Verbo, sua Palavra (Cf. Sb 18,14-16). Ela é reflexo da luz eterna, espelho nítido da atividade de Deus e "imagem de sua bondade": a Sabedoria é imagem de Deus; quem a venera, venera o próprio Deus. Deus se deixa encontrar por aqueles que vos busca, não esconde seu rosto dos seus (Cf. Sb. 6,12). Na verdade, Deus se deixa conhecer, revela o seu rosto aos homens por meio de seu Filho Cristo Jesus.

Ordenación Diaconal


clicca per vederne di più
A causa de necesidades particulares de la diócesis de Mossoró, Brasil, el pasado 23 de octubre, se tuvo en la capilla del Pontificio Colegio Internacional Maria Mater Ecclesiæ de Roma la ordenación diaconal de Frederico Gurgel Câmara, seminarista de dicha diócesis brasileña y alumno del colegio.

A conferir el sacramento fue el Excelentísimo Señor Dom Osvino José Both, Arzobispo del Ordinariato Militar del Brasil, que se encontraba en Roma para el encuentro anual de los ordinariatos militares.

Parole di congedo: P. Dueñas


clicca Qui per vederne di più

Venga il tuo Regno!

Nel lontano mese di luglio di ventanni fa, per richiesta del Beato Giovanni Paolo II, davamo inizio a questavventura di formazione sacerdotale, sotto il patrocinio amorevole della nostra Madre, Maria Madre della Chiesa. In questi venti anni, sono stati alunni di questo collegio 1009 seminaristi, dei quali sono arrivati già al sacerdozio 680, e altri sono in cammino di diventar-lo, perché si trovano già nella propria diocesi, come diaconi e seminaristi o, perché si trovano qui, in collegio, in periodo di formazione.
Tutti questi alunni sono appartenute a 236 diocesi e a 45 paesi, dei cinque continenti.

udienza del Santo Padre

La Commemorazione di tutti i fedeli defunti
Cari fratelli e sorelle!

Dopo avere celebrato la Solennità di Tutti i Santi, la Chiesa ci invita oggi a commemorare tutti i fedeli defunti, a volgere il nostro sguardo a tanti volti che ci hanno preceduto e che hanno concluso il cammino terreno. Nell’Udienza di questo giorno, allora, vorrei proporvi alcuni semplici pensieri sulla realtà della morte, che per noi cristiani è illuminata dalla Risurrezione di Cristo, e per rinnovare la nostra fede nella vita eterna.

Oremus pro fidelibus defunctis:
Dc. Leonídio Altino

P. Jean Carlos de Assisi
P. José Luis Domingues
P. Obed Eliud Mendoza
P. Luis Albeiro
P. Jesús José del Pino
P. Pedro Daniel Orellana


Requiem aeternam dona eis Domine: et lux perpetua luceat eis.
Requiescant in pace.
Amen.

A vida dos justos está nas mãos de Deus

Amados irmãos:
Hoje celebramos o dia dos fieis defuntos, aquele que partiram para casa do Pai. A Igreja não celebra hoje o "dia dos mortos", pois cremos que eles não estão mortos, mas vivem com Deus na eternidade. Não devemos encarar a morte como algo ruim, como o fim. Antes, devemos "deseja-la" ou tê-la como uma amiga, por que só por meio dela conseguiremos nos encontrar com Deus. São Paulo nos fala da morte como lucro, se viver já é um dom de Deus a morte é um ganho a mais, "Porque para mim o viver é Cristo, e o morrer é lucro" (Cf. Fl. 1, 21). Os nossos corações de fato sente a dor da separação dos nossos entes queridos, entretanto o fato de saber que eles estão em paz com Deus deve nos alegrar, "A vida dos justos está nas mãos de Deus e nenhum tormento os atingirá. Aos olhos dos insensatos parecem ter morrido; sua saída do mundo foi considerada uma desgraça, e sua partida do meio de nós, uma destruição; mas eles estão em paz" (Sb. 3, 1-3).

Celebrazione di congedo. Grazie P. Dueñas!



Oggi, solennità di tutti i Santi, e conmemorando l’amore innumerevole di loro per la divinità, abbiamo ringraziato a Dio per mezzo della celebrazione Eucaristica, con participazione dei seminaristi, diaconi e sacerdoti exalunni del Collegio, tutto il lavoro pastorale del P. Juan Manuel Duenas L.C nella casa di formazione Maria Mater Ecclesiae, che in quest'anno commemora il  suo ventessimo anniversario al servizio della formazione dei pastori della Chiesa. Abbiamo finito questo festegiamento con un bel pranzo nel nostro rifettorio, ascoltando alla fine le parole del P. Juan Manuel ai suoi seminaristi e formatori, i qualli rimangano nel suo cuore.



clicca QUI per vederene di più
  

Sedes santos, como vosso Pai do Céu é Santo


Caríssimos Irmãos:
Neste dia em que a Igreja celebra a solenidade de Todos os Santos, deve crescer em nossos corações o desejo de alcançarmos tão grande graça. A graça de contemplarmos a Deus face a face. Cristo com sua Paixão e Morte abriu as portas dos Céus para nós, quis que participássemos do seu Reino. O Senhor nos ama e por isso, morre pela remissão dos nossos pecados, para assim nos salvar. Diante de Deus, "Somos como um grão de areia na balança, uma gota de orvalho da manhã que cai sobre a terra. Entretanto, de todos tens compaixão, porque tudo podes. Fecha os olhos aos pecados dos homens para que se arrependam" (Sb. 11, 22-23). Vivemos isto intensamente quando nos confessamos. O Senhor mesmo sabendo que cometeremos as mesmas faltas, fecha os olhos para nos perdoar e assim, nos dá a graça, a força para lutar diante das dificuldades e tentações.

L'anno della Fede

«L’Anno della fede, annunciato nei giorni scorsi dal Papa, deve essere considerato una delle iniziative caratterizzanti di questo pontificato». Lo afferma il direttore della sala stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi, in un editoriale per la Radio Vaticana.


LETTERA APOSTOLICA
IN FORMA DI MOTU PROPRIO
PORTA FIDEI
DEL SOMMO PONTEFICE
BENEDETTO XVI
CON LA QUALE SI INDICE L'ANNO DELLA FEDE

1. La “porta della fede” (cfr At 14,27) che introduce alla vita di comunione con Dio e permette l’ingresso nella sua Chiesa è sempre aperta per noi. E’ possibile oltrepassare quella soglia quando la Parola di Dio viene annunciata e il cuore si lascia plasmare dalla grazia che trasforma.

Se il Papa apre agli agnostici...

pubblicato su La StampaANDREA TORNIELLI

Benedetto XVI ha celebrato il primo incontro interreligioso di Assisi secondo Ratzinger. E al di là delle precauzioni e dell’insistenza che è stata posta nell’evitare il rischio del sincretismo, la vera novità di questa edizione è rappresentata dall’invito rivolto ai non credenti, anch’essi «pellegrini» nella città di San Francesco.

Soltanto chi non conosce Joseph Ratzinger può stupirsi per questa innovazione. Il Papa teologo, al contrario della rappresentazione che di frequente viene data del suo pontificato, è non soltanto attentissimo al dialogo con chi non crede ma sembra talvolta persino privilegiarlo rispetto al più tradizionale dialogo tra le religioni.

Benedetto XVI ad Assisi


Cari fratelli e sorelle,
distinti Capi e rappresentanti delle Chiese e Comunità ecclesiali e delle religioni del mondo,
cari amici,
sono passati venticinque anni da quando il beato Papa Giovanni Paolo II invitò per la prima volta rappresentanti delle religioni del mondo ad Assisi per una preghiera per la pace. Che cosa è avvenuto da allora? A che punto è oggi la causa della pace? Allora la grande minaccia per la pace nel mondo derivava dalla divisione del pianeta in due blocchi contrastanti tra loro. Il simbolo vistoso di questa divisione era il muro di Berlino che, passando in mezzo alla città, tracciava il confine tra due mondi. Nel 1989, tre anni dopo Assisi, il muro cadde – senza spargimento di sangue. All’improvviso, gli enormi arsenali, che stavano dietro al muro, non avevano più alcun significato. Avevano perso la loro capacità di terrorizzare. La volontà dei popoli di essere liberi era più forte degli arsenali della violenza.

Ordenación Diaconal del rito Siro Malabar


Clicca sulla fotografia per vedere di più
El pasado 11 de octubre en el Pontificio Colegio Internacional Maria Mater Ecclesiæ de Roma tuvimos el privilegio de recibir la visita del nuevo Arzobispo de Ernakulam-Angamaly (India), Arzobispo Mayor de la Iglesia Siro Malabar, Su Beatitud Mar Geroge Alancherry, acompañado de otros tres obispos de India y el procurador general de la Iglesia Siro Malabar en Roma.

Su Beatitud Mar Geroge Alancherry, recientemente elegido como cabeza de la Iglesia Siro Malabar, se encontraba en esos día en su primera visita oficial a la Santa Sede y aceptó la invitación para conferir la ordenación diaconal en nuestro colegio a uno de los seminaristas de su Arquidiócesis Ernakulam-Angamaly (India). En la misma ceremonia cinco seminaristas de India recibieron el subdiaconado, según el rito Siro-Malabar.

Antes de la Solemne Ceremonia, tuvo lugar en el salón de estar del colegio, un breve encuentro entre el nuevo Patriarca de la Iglesia Siro Malabar se reunió con los sacerdotes y religiosas pertenecientes a ese rito que viven Roma.

Udienza del Santo Padre:

Pellegrini della Verità, Pellegrini della Pace
Cari fratelli e sorelle!
Sono lieto di accogliervi nella Basilica di San Pietro e di rivolgere il mio cordiale benvenuto a tutti voi che purtroppo non avete trovato posto nell’Aula Paolo VI. Vi incoraggio a rafforzare la vostra adesione al Vangelo per essere sempre disponibili e pronti a compiere la volontà del Signore. Con questi voti, di cuore imparto a tutti voi la mia Benedizione, che volentieri estendo alle vostre famiglie e alle persone care.
* * *
Cari fratelli e sorelle,
oggi il consueto appuntamento dell’Udienza generale assume un carattere particolare, poiché siamo alla vigilia della Giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo, che si terrà domani ad Assisi,

Nuovo rettore!!!

Nella solenne Santa Messa della Ascensione, Concelebrata da tutti i formatori del nostro Collegio e presieduta dal Padre Provinciale della Legione di Cristo, Padre Oscar Náder, è stato letto il Decreto della Congregazione per l’Educazione Cattolica  con cui si nomina Padre Carlos SKERTCHLY MOLINA, L.C, rettore del nostro Pontificio Collegio Internazionale Maria Mater Ecclesia per un triennium. Il decreto è stato letto del sudetto Padre Provinciale alla fine della Santa Messa che, inoltre (legge tutto..)
Vi condividiamo pure alcune delle fotografie QUI

Festa di Congedo, PCIMME 2011

Ieri, domenica 29 maggio, abbiamo avuto la festa di congedo dei nostri fratelli che quest'anno rientrano nelle loro Diocesi. La festa si è svolta durante il pranzo con canti di gioia ed esultanza, parole di rangraziamento e bei ricordi, motivazioni alla misione ed al compromiso, ecc., insomma, una cascata di sentimenti espressi con le parole, esperienze fatte ricordi e tanto altro. Condividiamo con voi delle fotografie di questo momento, fotografie di quelli che rientrano e di coloro che rimangono (per vederle, clicca QUI) oppure, vai alla Galleria Fotografica.
Arrivederci Roma! Apettiamo il vostro ritorno cari! Andate, dunque, in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura...

Biblioteca Sacerdotale

Cari amici:
Il sito annus sacerdotalis, in occasione del Anno Sacerdotale (2009-2010) preparò una richissima Biblioteca sul Sacerdozio. Condividiamo con voi i links per accedere ad essa. Pian piano la arricchiremo con diversi documenti che possiamo trovare on line. Oggi per  oggi, vi condividiamo le seguente tematiche (vai al sito QUI)

Santa Messa con Ex-Alunni del Collegio

Santa Messa con Ex-Alunni del Collegio: "Ci hanno visitato in questi giorni della beatificazione 6 ex alunni del collegio. Si sono ospitati da noi P. Andrían Ruíz, della diocesi de ..." (leegi notizia completa...)

Benedizione della Cappella in onore del B. Giovann...

 Benedizione della Cappella in onore del B. Giovann...: "Nel Mater Ecclesiae è stata inaugurata il 2 maggio una cappellina dedicata al Beato Giovanni Paolo II. Quest’oratorio è stato allestito al ..." (leggi notizia completa...)

Galleria Fotografica

Giovanni Paolo II, tramite immagini...

Vi condividiamo un sito gestito dalla Santa Sede in omaggio del adesso Beato Giovanni Paolo II. E' la vita del uomo diventato Papa, Papa rimasto uomo, uomo e papa diventato Beato, appunto perchè era uomo.
Per accedere, cliccate sull'immagine oppure fatte clic QUI.

Aggiornamenti della Galleria Fotgrafica


 PASSEGGIATA A TIVOLI
Nella Settimana Culturale a Roma, siamo andati a Tivoli per far visita alla Villa Adriana e alla Villa del Card. del Est. Condividiamo con voi questi momenti di fratelanza comunitaria...









RACCOLTA DI SETTIMANA SANTA
Vi condividiamo alcune fotografie dei momenti vissuti in comunità in questa settimana Santa. Vi auguriamo una Santa Pasqua nella gioia del Cristo Risorto.
Surrexit Dominus vere!!!

Omelia del Santo Padre Benedetto XVI nella Domenica delle Palme

Ci commuove nuovamente ogni anno, nella Domenica delle Palme, salire assieme a Gesù il monte verso il santuario, accompagnarLo lungo la via verso l’alto. In questo giorno, su tutta la faccia della terra e attraverso tutti i secoli, giovani e gente di ogni età Lo acclamano gridando: “Osanna al figlio di Davide! Benedetto colui che viene nel nome del Signore!” (leggere tutto...)

Libro delle Visite

Cari amici:
Abbiamo agiunto al nostro sito delle cose interessanti: a destra troverete dei Link's a siti interessanti, informativi, ecc. Tra l'altro, pure abbiamo agiunto uno spazio perché possiate lasciare i vostri commenti, suggerimente ed altri. Questo spazio lo troverete clicando a sull'icona che appare a sinistra, sotto il titolo: Libro delle Visite, oppure, cliccando sull'immagine di sotto in questo post.

Vi rigraziamo e ci affidiamo alle vostre preghiere!


- L'amministrazione

Galleria Fotografica

Sulla  Galleria Fotografica, toverete questa volta, delle fotografie che in qualche modo dicono chi siamo, cosa facciamo, cosa vogliamo, a cosa ci prepariamo.

Il nostro Collegio è una grande famiglia che cerca lo stesso fine. Abbiamo i formatori, che stanno alla guida di questa piccola barca; abbiamo la formazione Humana qual'istrumento basilare e conditio sine qua non possiamo andare avanti. La formazione Intelettuale quale base sulla quale cerchiamo di "capire" il Dio in cui crediamo; la formazione  Pastorale, quale scopo pratico della nostra formazione; la formazione spirituale, quale fondamento fundans della nostra vita. 

Per poter vedere le fotografie, cliccate su quella che fa di anteprima e potrete veder tutto l'album.

Il Nostro Sito è Pronto!



Cari amici: vi diamo il più cordiale benvenuto al nuovo sito-blog del nostro Collegio Maria Mater Ecclesiae. Come è saputo, l’anteriore è stato cancellato, ma, ormai abbiamo sistemato questo nuevo per continuar a offrirvi delle notizie e condividere delle fotografie e tante altre cose belle che possiamo condividere, tramite internet... (leggi tutta la notizia...)